... e ancora a proposito di donne

Pubblicato il da tup

"Oggi, molti riconoscimenti, molte conquiste fatte dalle donne sono messi in discussione, e una mentalità che sembrava finalmente e definitivamente superata sembra riemergere dal passato. Negli ultimi anni, abbiamo assistito al ritorno di una concezione della virilità come conquista e come dominio, con l'inevitabile altro lato della medaglia: la donna intesa come conquista e nel migliore dei casi come premio o trofeo. Abbiamo assistito a un aumento delle violenze sessuali (la maggior parte delle quali, va ricordato, perpetrate nel chiuso delle mura domestiche, da fidanzati ed ex fidanzati, mariti ed ex mariti, parenti e amici di famiglia). Abbiamo assistito e continuiamo ad assistere al progressivo smantellamento delle forme di aiuto e assistenza che lo stato sociale aveva iniziato a offrire alle donne... Inutile continuare, la realtà è sotto gli occhi di tutti. I termini del problema sono cambiati, ma quella che una volta veniva chiamata la 'questione femminile' esiste ancora. Oggi è indispensabile cercare di capire cosa è cambiato nelle relazioni tra sessi, in che direzione e perché."

 

http://www.lafeltrinelli.it/static/images-1/l/634/2894634.jpgDa "L'ambiguo malanno. Condizione e immagine della donna nell'antichità greca e romana", di Eva Cantarella, Feltrinelli 2010 (ma la prima edizione risale all'inizio degli anni ottanta), pagine 272, prezzo 9,00 €.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post