Che cos'è la biodinamica

Pubblicato il da Viola

Sul mercato si trovano oggi molti prodotti contrassegnati dalla dicitura "biodinamico". Questo termine ricorre in articoli, messaggi promozionali, riviste e siti di vario genere, ma spesso vi sono scarse conoscenze intorno al suo preciso significato.

L'agricoltura biodinamica nasce formalmente negli anni Venti dello scorso secolo, quando il filosofo e scienziato Rudolf Steiner iniziò a divulgare le sue idee riguardo ai limiti e ai rischi insiti nell'agricoltura intensiva che stava allora iniziando a fare un uso crescente di sostanze chimiche. L'idea alla base del pensiero di Steiner, in seguito battezzato "antroposofia", è che ogni cosa vada analizzata nella sua relazione con l'ampio contesto in cui è inserita, ovvero, in ultima istanza, con il cosmo.

Trasferita all'agricoltura, questa idea implicava innanzitutto che ogni pianta fosse considerata come un organismo complesso inserito in un sistema di interrelazioni: con il terreno, con le condizioni atmosferiche, con le altre piante, con gli animali e gli insetti che intervenivano nel suo sviluppo e, naturalmente, con l'uomo. L'azienda stessa è come un grande organismo inserito in un ambiente esterno e formato di parti interconnesse.

Ne consegue che per ottenere il meglio da un'azienda agricola non è necessario "spremere" ogni singolo campicello e ogni coltura, intervenendo con fertilizzanti o pesticidi chimici laddove emerge un problema senza ricercare l'origine di quel problema, lo squilibrio che l'ha generato. L'atteggiamento più proficuo coincide invece col considerare e curare l'organismo "azienda" nel suo complesso: curarsi della ricchezza e della qualità del suolo attraverso il compostaggio organico, rispettare le fasi lunari, alternare le colture, garantire a ogni essere vivente – pianta, animale, essere umano – lo spazio vitale di cui ha bisogno e le condizioni migliori per il suo sviluppo. In questo modo, quasi sempre i problemi vengono risolti all'origine.

Può sembrare utopia, ma questa filosofia ha prodotto negli anni risultati molto concreti. Oggi l'agricoltura e l'allevamento biodinamici offrono prodotti di qualità che iniziano a incontrare il favore crescente dei consumatori. Tutti i prodotti biodinamici sono ottenuti con metodi biologici, ma oltre alla certificazione biologica il consumatore ha la garanzia che i valori sopra elencati sono stati rispettati in ogni fase della produzione. Ne derivano prodotti migliori, di qualità, sotto molti aspetti. Vari studi hanno dimostrato che i prodotti biodinamici, oltre ad avere eccellenti proprietà nutrizionali, tendono a essere meglio tollerati da soggetti con forti intolleranze alimentari.

Per maggiori informazioni: Rudolfsteiner.it e Agricolturabiodinamica.it.

springField

Con tag ecologia

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post